Tutte le news

centro comeEsiste la lingua delle mamme? Quel codice composto da lessico, formule e modi di dire che hanno a che fare con la cura di bambini e con il rapporto con i servizi per l’infanzia?

Se lo sono chiesto gli operatori e le operatrici del Centro Come, il servizio della cooperativa Farsi Prossimo che si occupa di costruire integrazione supportando bambini, ragazzi, famiglie e docenti soprattutto nei percorsi linguistici, culturali e scolastici.

Così hanno deciso di dedicare tempo e attenzioni ai genitori di origine straniera che stanno imparando l'italiano, soprattutto nelle parole e nelle espressioni linguistiche che hanno a che fare con il mondo dell’infanzia, i suoi bisogni, giochi, desideri, servizi.

Gallaratese mostra

 A Milano, al quartiere Gallaratese, fino al 14 febbraio è possibile visitare la mostra “Sguardi cittadini. Milano vista con gli occhi dei rifugiati”, a cura della nostra cooperativa Farsi Prossimo.

È allestita presso la biblioteca di quartiere “Gallaratese”, in via Quarenghi 21.

Si tratta di una mostra fotografica con gli scatti realizzati da richiedenti asilo e rifugiati, uomini e donne, che hanno partecipato ai corsi di formazione linguistica e culturale promossi dal Comune di Milano grazie ai fondi FAMI (il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione).

malgrateAnche i nostri dipendenti, spesso, hanno una storia da raccontare.
Quella di Aboubakar ad esempio, che oggi fa il mediatore culturale per la nostra cooperativa L'Arcobaleno, a Lecco, ha molto da dirci.

Aboubakar, in Italia, è immigrato due volte.
La prima nel 1988. Arrivò a Napoli, e allora la legge Martelli gli permise di avere piuttosto facilmente un permesso di soggiorno. Si trasferì presto in Lombardia e trovò facilmente lavoro.
Nel 1995, con la moglie e il primo figlio che nel frattempo gli era nato qui, in Italia, decise di rientrare a casa, nel suo paese in Costa d'Avorio.

Vangelo CaritaUn corso per gli “operatori della carità”.
Si può sintetizzare così il breve percorso formativo (tre incontri) proposto da Caritas Ambrosiana e a cui sono invitati anche tutti gli operatori delle cooperative di Consorzio Farsi Prossimo.

Il percorso “Il Vangelo della carità: sorgente, anima e scopo delle nostre opere” nasce dalla consapevolezza di quanto sia importante per chi è alle prese con opere di carità, o per chi sta valutando di impegnarvisi, non perdere di vista il dono e la scelta di essere testimoni della gratuità e dell’amore che sorgono dal Vangelo di Gesù Cristo.

Gli incontri si tengono nella sede di Caritas Ambrosiana in via San Bernardino 4 a Milano. I primi incontri si sono tenuti tra la fine di gennaio e i primi di febbraio, l'ultimo incontro è previsto per il 23 febbraio, dalle 18 alle 19.30.

aidsVenerdì 19 gennaio 2018 si è tenuto il convegno "Per non lasciare indietro nessuno - 2014-2017 Progetto nazionale Aids nella Diocesi di Milano", in cui sono stati presentati i risultati della campagna di informazione, formazione e sensibilizzazione sul tema dell'Aids e del virus dell'Hiv.

Consorzio Farsi Prossimo e Caritas Ambrosiana hanno aderito, negli anni scorsi, al Progetto nazionale Aids proposto da Caritas Italiana per continuare a generare cultura e solidarietà facendo informazione, educazione e sensibilizzazione, cercando di aumentare le conoscenze su questo tema, l’accoglienza delle persone con Hiv e di fare prevenzione, riattivando l’attenzione e l’impegno della comunità in primo luogo cristiana.

 

Negli ultimi tre anni, nel territorio della diocesi di Milano, sono stati condotti diversi interventi nelle parrocchie, nelle scuole, nei CAG, con gli operatori e i volontari dei centri di accoglienza e delle associazioni: nel convegno del 19 gennaio sono stati presentati i risultati dei lavori e delle indagini. Un progetto che ha convolto più di 6000 persone nelle scuole, nelle parrocchie, tra gli operatori e i volontari dei centri di accoglienza presenti nella diocesi ambrosiana, con quasi 250 azioni di sensibilizzazione, informazione e formazione.

 

sconfinatiDomenica 14 gennaio 2018, la Chiesa ha celebrato la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato.

«Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati», sono quattro i verbi che Papa Francesco ha sottolineato nel suo messaggio reso pubblico in occasione di questa Giornata (anche se scritto alcuni mesi fa). Quattro verbi che sono «fondati sui principi della dottrina della Chiesa».

Papa Francesco ha ricordato, attraverso le parole del Vangelo, che «Ogni forestiero che bussa alla nostra porta è un’occasione di incontro con Gesù Cristo, il quale si identifica con lo straniero accolto o rifiutato di ogni epoca». Vangelo che richiede una «sollecitudine che deve esprimersi concretamente in ogni tappa dell’esperienza migratoria: dalla partenza al viaggio, dall’arrivo al ritorno».

trattaAnche quest’anno in occasione della Giornata mondiale contro la tratta di persone, che si celebra l’8 febbraio, il Centro Pime di Milano, Caritas Ambrosiana e Mani Tese organizzano, in collaborazione con Ucsi Lombardia, un importante convegno: Tratta e gravi violazioni dei diritti umani - I nuovi schiavi del XXI secolo.
 
Ogni anno oltre 40 milioni di persone - e un numero crescente di donne e minori - sono vittime di pesanti forme di sfruttamento, specialmente per la prostituzione coatta e il lavoro forzato.
“Schiavi invisibili” di un sistema opaco e criminale che sfrutta la vulnerabilità dei più indifesi.

progetto basket 1L'esperimento è nato quest'estate, ed è andato così bene che hanno deciso di proseguire.

Nello scorso luglio, in un piccolo torneo di basket organizzato nel quartiere di Bruzzano, ha giocato anche una squadra speciale, formata da ospiti delle comunità psichiatriche Mizar - gestite dalla coop Filo di Arianna – e da alcuni dei loro educatori.

Da questa esperienza è nata l'idea di formare una squadra stabile di basket, in cui possano giocare ragazzi e uomini, oltre che delle Mizar, anche degli appartamenti di residenzialità leggera, sempre accompagnati da alcuni operatori.

dentist 1933009 640Sempre più persone a Natale scelgono di sostenere un progetto di solidarietà.

La cooperativa Farsi Prossimo Salute propone di aiutare i bambini accolti nelle comunità educative e servizi territoriali gestiti dalle cooperative sociali che storicamente si occupano di minori a Milano: Comin, Diapason, Farsi Prossimo, La Grande Casa, La Strada.
Questi ragazzi si trovano in comunità perché un giudice del tribunale dei minori ha decretato il loro allontanamento dalla famiglia d’origine.
 
Quando i bambini accolti hanno un problema ai denti, i loro educatori si trovano disorientati tra servizi pubblici difficilmente accessibili e con lunghe liste d’attesa e dentisti privati con costi non accessibili. Un piccolo problema odontoiatrico non curato nel breve tempo si trasforma spesso in un serio problema di salute.
 

Anche quest'anno Consorzio Farsi Prossimo ha partecipato al Festival della Dottrina Sociale che si è tenuto al Cattolica Center di Verona dal 23 al 26 novembre 2017.

CremonciniGrande festa nei giorni scorsi al centro diurno integrato Vodia Cremoncini, gestito dalla nostra cooperativa Filo di Arianna, che a Gratosoglio accoglie ogni giorno gli anziani del quartiere: abbiamo celebrato insieme il 15esimo compleanno del centro.

Una festa che ha avuto un grande successo a cui hanno partecipato non solo gli anziani, le loro famiglie e tutti gli operatori del centro, ma anche gli operatori sociosanitari del territorio - tra cui i medici di base e i farmacisti ad esempio -, rappresentanti del Comune, della Caritas Ambrosiana, della cooperativa Filo di Arianna e della parrocchia del quartiere, Maria Madre della Chiesa, con cui c'è storicamente un legame speciale, perché proprio dalla parrocchie era arrivata l'esigenza e la richiesta di aprire un centro per gli anziani del quartiere nei primi anni Duemila.

14nov2017Martedì 14 Novembre si è tenuta la nostra giornata consortile: un appuntamento importante, che ci auta a riflettere sulle nostre origini, sui valori che ci legano per considerare insieme i progetti su cui lavorare e i rapporti all'interno della compagine consortile.

La giornata si è svolta a Cascina Triulza, nell'area Expo.