Gallaratese pagine galleChi lo dice che un album di figurine è cosa vintage? Ne hanno ideato uno decisamente moderno e interessante al Gallaratese, quartiere periferico di Milano, dove il centro culturale Mare Culturale Urbano e il Municipio 8 hanno lanciato «Pagine Galle», un album di figurine appunto, ma decisamente particolare.

Le figurine da collezionare infatti ritraggono 99 protagonisti del quartiere, dai negozianti e artigiani, come da Giovanni, che confeziona materassi e cuscini fatti a mano, a Carlo e Luca con la loro edicola. Ci sono anche tante associazioni e realtà del sociale, come Spazio 98, il laboratorio culturale con lo spazio dedicato al baratto, o la falegnameria sociale Gallab.

Ma soprattutto ci sono anche i nostri progetti: perché tra le 99 figurine ci sono anche i ritratti della comunità di neuropsichiatria per adolescenti Pani e peschi, gestita dalla cooperativa Filo di Arianna, e i nuovi HUB del progetto Rimargina, in via Appennini, dove abitanti del quartiere possono trovare ascolto e orientamento ai servizi del territorio, organizzazione di iniziative di socialità, supporto e orientamento per collaboratori familiari e per coloro che si prendono cura di anziani e persone con disabilità. Gli HUB di via Appennini sono gestiti dal Consorzio Farsi Prossimo e dalla cooperativa Sociosfera, nell'ambito di un programma del Comune di Milano.

Il gioco è ovviamente completare tutto l'album: facendo un acquisto nei negozi coinvolti nel progetto si può ricevere un pacchetto di figurine.

Ma l'obiettivo va chiaramente oltre: si vuole far conoscere di più il quartiere con i suoi semi di fermento a chi lo abita, rilanciare il senso di appartenenza a un territorio e a una comunità, rendere più accessibili i servizi che già ci sono e rendere contemporaneamente più vivibile il quartiere

Leggi di più sull'articolo del Corriere della Sera