covid operatoreIn questi mesi abbiamo raccolto molte testimonianze da chi ha continuato a lavorare nelle nostre cooperative, spesso in condizioni difficili e trovando ogni giorno soluzioni fantasiose per continuare a fare il nostro lavoro: essere accanto agli ultimi.

Le voci ascoltate hanno raccontato la passione con cui ciascuna delle nostre cooperative e dei nostri lavoratori ha saputo reinventare i propri servizi, con prontezza e creatività, pur di non abbandonare i più fragili.

 

C'è chi ha continuato a lavorare nelle comunità, chi per sicurezza ha rinunciato a vedere la propria famiglia per più giorni, chi si è inventato un modo di stare vicino anche dietro a un computer o attreverso un telefono, chi ha momentaneamente lasciato il suo lavoro per farne un altro considerato più urgente...

Qui sotto trovate le loro facce, quasi sempre coperte da mascherine, e il link alle loro testimonianze:

.


LE VOCI DEI NOSTRI OPERATORI:

ANNA: alla Pani e Peschi, casa per adolescenti interrotti

NewsAnna

 Leggi qui


MIMMO E GIGI: alle docce comunali con la Detto Fatto

NewsGigieMimmo

Leggi qui


STEFANO: a casa San Carlo, un luogo per ripartire

NewsStefano 
Leggi qui


MARCO: portaMIlaspesa

newsMarco
Leggi qui


AZIZ, che sostiene gli stranieri in quarantena

NewsAziz 
Leggi qui


ANGELO: sottocoperta con i senza dimora a Rho

NewsAngelo

Leggi qui


RACHIDA:pulizia di una (strana) primavera

NewsRachida

Leggi qui


NICOLÒ: la casa dei ragazzi a Varese

2020 04 22 covid nicolò san luigi

Leggi qui


ANNA: anziani, il diurno al telefono

NewsAnnaAnziani

Leggi qui


ROBERTO: l'educazione dei ragazzi passa da uno schermo

NewsChora

Leggi qui


MARCO, che collega chi “è dentro” e chi è fuori

NewsMarcoIntrecci

Leggi qui


KABA, il rifugiato volontario per gli anziani

volontario

Leggi qui


DAVIDE: in prima linea con gli homeless di Varese

newssanluigi

Leggi qui


MICHELLE, l'aiuto agli anziani in casa

newsMichele

Leggi qui


PIETRO, magazziniere per i più poveri

newsPietro

Leggi qui

 


ROBERTA racconta Albachiara: "Le ragazze stanno crescendo, ma le cicatrici restano"

 

Leggi qui


SIMONA e l'italiano "a distanza" per donne e ragazzi stranieri

 

Leggi qui