Novo stellapolare le menti fresche 2Sono tornate le “proiezioni teatrali” della compagnia Le menti fresche del Centro diurno Stellapolare, dopo il periodo di sospensione dovuta all’emergenza sanitaria.

Riprendono con la serie “Quo vadis: scaccomatto alla storia”, che era stata interrotta lo scorso anno con la rappresentazione dedicata alla regina Teodolinda.

La nuova rappresentazione, che è online ed è visibile da tutti su Youtube, è dedicata a Umberto I, il re buono, che a Monza ha trovato la morte nel famoso regicidio del 29 luglio 1900, ad opera dell’anarchico Bresci.

Gli attori della compagnia Le menti fresche - un gruppo di giovani utenti del Centro diurno Stellapolare, gestito dalla cooperativa Novo Millennio - rivivono e fanno rivivere le tensioni e i protagonisti di 22 anni di regno non sempre lineare. Attraverso lo studio e l’approfondimento degli eventi, il gruppo è arrivato così a sceneggiare e rappresentare Re Umberto I e i suoi attentatori.

L'evento è stato girato il 4 maggio 2021 nella splendida cornice della Cappella espiatoria, sorta in viale Cesare Battisti per commemorare l’evento. La compagnia Le Menti Fresche, attiva da sette anni, è diretta dal regista Gennaro Ponticelli, è attualmente composta da 15 persone e ha all'attivo otto spettacoli.

 

Cos'è Stellapolare

Il centro diurno Stellapolare attualmente accoglie una quindicina di ragazzi tra i 14 e i 25 anni con problemi di disagio psichico, e con loro lavora con la finalità di un inserimento o reinserimento nella società.

Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì tutto il giorno e il sabato al mattino. Circondato da spazi verdi, all'interno si trova un ampio salone adibito ai momenti non strutturati e all'accoglienza degli ospiti, una zona dedicata alla consumazione del pranzo, un atelier per le attività espressive, un locale per i colloqui, uffici, servizi e un altro salone dedicato alle attività motorie.