Tutte le news

money 2724241 960 720Cos'è un educatore finanziario? Alla cooperativa Intrecci sono attive anche alcune persone che svolgono questa professione. Sono professionisti che affiancano famiglie in difficoltà economica e le accompagnano a rivedere la loro gestione dei soldi e delle risorse economiche a disposizione, partendo sempre dagli obiettivi di ciascuna famiglia.

La Cooperativa Intrecci, compresa l’importanza dell’educazione finanziaria - a partire dalla sua partecipazione attiva nel progetto #Oltreiperimetri nel Rhodense - ha sviluppato nel suo organico un’équipe di educatori finanziari certificati a norma tecnica Uni 11402. La certificazione rappresenta una garanzia per le persone che si affidano a questa figura professionale, in quanto sanno di essere affiancate da un professionista sia in materia economico-finanziaria, sia in materia di relazione di cura.

lì sei vero“Lì sei vero”: un titolo, ma soprattutto un vero e proprio modo di pensare l’arte, l’inclusione, la relazione.
Si tratta di una rassegna teatrale, giunta alla sua terza edizione, organizzata da “Il Veliero onlus” che la Città di Monza propone ogni anno in primavera.

Ad offrire la possibilità agli organizzatori di riproporla è la Fondazione Monza e Brianza, sempre attenta alle dinamiche educative e di partecipazione, insieme alla rete di Tikitaka, di cui fa parte anche la nostra cooperativa Novo Millennio, del Centro di Servizio per il Volontariato di Monza, Lecco, Sondrio ed altre realtà che si occupano di integrazione. 

COOPERATIVE LIFESTYLE maggio 2019"La cooperazione da sempre promuove un movimento internazionalista che si esprime anche nelle reti europee, come ad esempio CECOP, promuovendo forme di economia sociale quanto mai indispensabili in questa era di forti cambiamenti e di grande richiesta di maggiori spazi di democrazia e giustizia sociale.

Anche per questo motivo, ci sentiamo fortemente interpellati a difendere le ragioni forti dell’unità Europea.

Non è questo il momento di farsi prendere dalla paura né di fare battaglie di retroguardia e men che meno di avere nostalgia per soluzioni autarchiche. Al contrario è questa l’ora di chiedere con forza che anche il nostro popolo, unitamente agli altri 27 popoli europei, lavori alacremente per rafforzare la cooperazione internazionale perché progressivamente tutti possiamo sentirci sempre più protagonisti di un destino unitario." Scrive così il presidente di Confcooperative Lombardia Massimo Minelli.


Leggi "COOPERATIVE LIFESTYLE" Speciale Europa


Le riflessioni del movimento cooperativo alla vigilia delle elezioni e l’approfondimento del presidente di Cecop Giuseppe Guerini sui temi caldi della prossima legislatura.

festa sirioVerrà ufficialmente inaugurata domenica 26 maggio 2019 la comunità Sirio, una casa per otto minorenni soli gestita dalla nostra cooperativa Novo Millennio, che ha aperto le sue porte qualche settimana fa a Monza.

È stata scelta questa data per poter inserire l'evento all'interno della tradizionale Festa della solidarietà organizzata dal quartiere San Rocco-Sant'Alessandro, durante la quale, per quattro giorni, si susseguiranno eventi culturali, testimonianze, attività di aggregazione e sportive.

UE flagUn incontro per parlare di Europa, regionalismo e cooperazione, anche in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. Si terrà martedì 21 maggio a Milano ed è organizzato da Legacoop e Confcooperative Lombardia, a cui anche Consorzio Farsi Prossimo aderisce.

È sicuramente una importante occasione di confronto, riflessione e dibattito che vedrà anche il confronto tra alcuni candidati alle elezioni europee.

agileAnche Consorzio Farsi Prossimo partecipa alla Settimana del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano dal 20 al 25 maggio 2019.

La formula scelta è la promozione dello Smart Working presso altre realtà, in primis le cooperative consorziate. Per questo durante la giornata del 22 Maggio, dalle 10 alle 12, i referenti delle cooperative consorziate interessate saranno accolti nella sede di Consorzio Farsi Prossimo da due tecnici che forniranno consulenza e materiale informativo sul lavoro agile.

Le cooperative interessate possono segnalare la loro adesione scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2019 05 14 sito riuse

«Se l'obiettivo di ogni impresa è creare profitto, quello delle imprese sociali è generale valore non soltanto economico, ma anche per le persone. E sono diversi i modi in cui sceglie di farlo.

In Lombardia da più di vent'anni è attiva l'esperienza della Rete RIUSE, una rete di sette cooperative sociali attive nel mercato del recupero e del ricircolo degli indumenti usati. In pratica, gestiscono la raccolta dei vestiti usati che finiscono nei “cassonetti gialli” - sparsi in molti comuni – che portano il marchio Caritas Ambrosiana. Contrariamente a quello che molte persone credono, “buttando” i vestiti dismessi nei cassonetti gialli, questi non vengono “donati ai poveri”, perché per la legge si tratta di rifiuti e come tali vanno gestiti».


Questo è l'incipit dell'articolo pubblicato sul numero di maggio di Scarp de' tenis, in uno speciale dedicato alle imprese sociali. Prosegui qui nella lettura.

1 mag merNei giorni scorsi si è scaldato il dibattito sul lavoro del mondo delle Caritas e delle cooperative sociali che in larghissima parte svolgono un ruolo e suppliscono ai servizi che dovrebbero essere di competenza dello Stato.

Forse per la prima volta da quando il mondo della cooperazione sociale è sotto attacco da parte di una certa propaganda politica, il mondo del Terzo Settore non ha ingoiato il rospo e dalle pagine del quotidiano cattolico Avvenire, attraverso il pacato ma fermo intervento del direttore e di editorialisti di riferimento, ha ribattuto rivendicando il ruolo fondamentale che il nostro lavoro – diciamo “nostro” per dire “le Caritas, le vere cooperative e le associazioni del Terzo settore” – ha avuto per sopperire a carenze dello Stato sociale.

 

11maggio2018Sabato 11 maggio si terrà la raccolta straordinaria diocesana degli indumenti usati, i cui proventi saranno utilizzati per la promozione di attività lavorative di donne Rom, come il laboratorio Taivé di Milano

Alla raccolta possono partecipare tutti, utilizzando i sacchetti Caritas distribuiti nelle parrocchie o comunque chiudendo i propri indumenti usati in sacchetti di plastica. Si prega di non inserire stracci da macero.

Scarica locandina e indicazioni tecniche.

Ecco l'elenco di tutti i luoghi di raccolta:

online dettoNon è vero che il bene va fatto sempre in silenzio.
Lavorare bene vuole dire anche comunicare bene quello che facciamo. Siamo consapevoli che lavorare a sostegno delle persone più fragili, più deboli, più in difficoltà, chiunque esse siano, sia qualcosa da raccontare a voce alta.
Soprattutto in questo periodo in cui sembra che l'egoismo sia da sbandierare con orgoglio.

È in quest'ottica che due delle nostre cooperative – la San Luigi di Varese e la Detto Fatto che ha sede a Sesto San Giovanni – hanno recentemente messo online i loro nuovi siti, più chiari e più ricchi di informazioni.

arcobaleno querce di mamreUn nuovo giardino che sia luogo di incontro e vita comune per gli anziani del Centro diurno e i bambini dell'asilo nido. Non è un'utopia, è il progetto che la cooperativa L'Arcobaleno ha candidato al concorso Aviva Community Fund, con l'obiettivo di ottenere i fondi necessari alla risistemazione e messa in sicurezza del “Giardino delle Querce”.

Si tratta del cortile del Centro Diurno Integrato per anziani Le Querce di Mamre, che si trova a Galbiate in uno stabile confiscato alla Mafia negli anni '90 e restituito così alla società civile.

Il Centro diurno, che è gestito da L'Arcobaleno ed è attivo da 15 anni – rappresenta già un punto di riferimento per il territorio perché coinvolge già, attraverso un percorso allestito negli stessi locali, molti ragazzi delle scuole.

festivalbeniconfiscatimafie2019 04 08Domenica 7 aprile, all'interno del Festival dei Beni confiscati alle mafie, quest’anno alla sua settima edizione è stato presentato il progetto Bella Milano, nel quale collaboriamo con il Comune di Milano tramite la cooperativa Detto Fatto.
Tutti i membri delle squadre che operano sulle diverse zone della città hanno ricevuto ringraziamenti e attestati di partecipazione personalizzati.

Sono intervenuti: PierFrancesco Majorino, Assessore Politiche Sociali, Salute e Diritti,   Alessandro Giungi, Consigliere comunale,  Cosimo Palazzo, Direttore dell'Area Emergenze Sociali, Diritti ed Inclusione insieme a Giovanni Carrara, Presidente di Consorzio Farsi Prossimo ed Ileana Malfatto, Presidente di Detto Fatto.