fuorilatesta

La fragilità mentale è un buco in cui tutti possiamo cadere. E da cui nessuno può uscire da solo.

Chi soffre di disagio mentale o di fragilità psichica ha bisogno di interventi strutturati e personalizzati, che lo aiutino a recuperare la propria dignità, a vivere la propria vita il più pienamente possibile, a integrarsi nella società. 

É esattamente ciò che fanno le cooperative di Consorzio Farsi Prossimo che si occupano di salute mentale e fragilità psichica, prendendo in gestione con questo spirito i servizi socio assistenziali e socio sanitari di Caritas Ambrosiana: ogni progetto è individualizzato, ogni intervento  concordato con il protagonista del percorso e chi se ne prende cura.

I professionisti che operano nelle strutture delle cooperative consociate nel Consorzio Farsi Prossimo possono contare sulla condivisione delle esperienze ed il continuo confronto all’interno della compagine consortile. La professionalità che ne deriva, insieme alla capacità di leggere e rispondere al bisogno, frutto dell’eredità Caritas, rende il Consorzio un autorevole interlocutore delle istituzioni: non sono pochi i nostri interventi e servizi sperimentali che sono stati poi “messi a sistema”.

La Comunità Riabilitativa è un servizio in cui vengono offerti programmi ad alta e media intensità riabilitativa, con periodi predefiniti. L’intervento riabilitativo, pensato e condiviso
nei progetti individualizzati, ha l’obiettivo e la prospettiva del reinserimento territoriale attraverso varie forme di supporto successivo in base alle competenze e risorse acquisite nel percorso riabilitativo. La finalità dei percorsi si inserisce in un’ottica di recovery.

I progetti dedicati a minori e adolescenti prevedono la presenza di strutture residenziali (Comunità Terapeutica) semi-residenziali (Centri Diurni), ed attività domiciliari e/o di supporto durante i ricoveri. Tali servizi sono finalizzati alla cura, alla riabilitazione, all’integrazione sociale e scolastica di minori con disagio psichico. L’equipe multidisciplinare è composta da educatori, infermieri, psicologi, neuropsichiatri infantili, terapisti della riabilitazione psicomotoria in grado di garantire la presa in carico del minore e della sua famiglia.

Le cooperative del Consorzio Farsi Prossimo sostengono le persone con disagio psichico attraverso interventi personalizzati presso il domicilio al fine di garantire il sostegno alle autonomie.
I progetti individualizzati sono orientati alla promozione ed allo sviluppo di una vita di relazione, attiva ed appagante.
Prevedono il sostegno alla persona, alla cura di sé e della casa, l’accompagnamento, la creazione di una rete di relazioni supportive sia formali che informali, in modo da assicurare il raggiungimento del più alto grado possibile di autonomia.

I centri di psicologia clinica e psicoterapia offrono servizi di valutazione e consulenza psicologica, psichiatrica e neuropsichiatrica, e percorsi di psicoterapia individuale, di coppia, famigliare e di gruppo, secondo i principali orientamenti teorici (psicodinamico, sistemico-famigliare, cognitivo-comportamentale, ecc…) e per ogni fascia d’età (infanzia, adolescenza, giovinezza, età adulta, terza età).
Il servizio pertanto è offerto sia a persone che soffrono di disturbi mentali più comuni (disturbi dell’umore, disturbi d’ansia, disturbi alimentari, etc.) sia a persone che ricercano un supporto per affrontare un momento difficoltoso della propria vita e per riattivare le proprie risorse personali. Nei casi in cui l’accessibilità al servizio fosse resa difficoltosa a causa dallo stato di salute (fisica e mentale) degli utenti, sono previsti colloqui domiciliari.

La Comunità Protetta è un luogo di protezione e di cambiamento.
Il Progetto Terapeutico è finalizzato al reinserimento sociale ed il periodo di permanenza è predefinito. Si utilizza una metodologia basata sulla prospettiva multidisciplinare ed i progetti sono individualizzati. L’intensità dell’assistenza è modulata sui bisogni conclamati delle persone.

Le comunità delle cooperative di Consorzio Farsi Prossimo sono:

Il centro diurno è una struttura semi-residenziale di riabilitazione psicosociale finalizzata al raggiungimento del recupero e rafforzamento delle competenze individuali. Offre, attraverso una vasta gamma di attività riabilitative, la possibilità di ricostruire una vita di relazione e l’attivazione di risorse personali in un ambiente protetto. Attraverso eventi ed attività organizzate favorisce l’interazione con il territorio per demolire lo stigma sociale e la favorire l’autonomia delle persone.

Per saperne di più: Stella Polare di Novo Millennio (anche su facebook) e il Centro Diurno a Lecco della cooperative L'Arcobaleno

La residenzialità leggera è una risposta flessibile alle esigenze riabilitative delle persone che, raggiunto un buon livello di equilibrio psico-fisico, possono essere inserite in piccoli nuclei di convivenza siti in appartamenti; case come luoghi di riabilitazione e cura per persone che si trovano nella necessità di sperimentare un abitare possibile, condiviso e accompagnato.
L’offerta è caratterizzata dalla presenza educativa limitata ad assicurare una “supervisione” dell’autonomia della persona.

Le strutture di residenzialità leggera delle cooperative di Consorzio Farsi Prossimo sono:

Il continuo confronto e la condivisione delle esperienze ha permesso alle cooperative del Consorzio Farsi Prossimo di leggere le esigenze del territorio e attuare interventi innovativi. Sono quindi titolari di “Programmi innovativi territoriali per la salute mentale” promossi e finanziati dalla Regione Lombardia e gestiti in collaborazione tra ATS e DSM medico psichiatrico e neuropsichiatrico.