Tutte le news

Domenica 13 agosto è morto  Aldo Sironi, 89 anni, storico presidente della cooperativa edificatrice e di consumo "La Nostra Casa", cooperativa "bianca" di Cinisello Balsamo che nacque in area cattolica e democristiana. Sironi, che era stato nominato Cavaliere del Lavoro negli anni '90, ha lavorato fino all'ultimo nella sua cooperativa, di cui è stato l'anima. Sua l'iniziativa che ha portato all'apertura di diversi supermercati nei vari quartieri di Cinisello Balsamo che attualmente danno lavoro a ben 45 dipendenti.

I funerali si svolgeranno a Cinisello nella chiesa Sant'Ambrogio mercoledì 16 agosto alle ore 10: proprio davanti a Villa Arconati, sede della cooperativa "La Nostra Casa".

lavoroLa Detto Fatto è una cooperativa sociale di tipo B: significa che dà opportunità di lavoro a persone socialmente svantaggiate.
Oggi danno lavoro a circa 80 persone.

Uno degli obiettivi dichiarati di questa cooperativa di Consorzio è quello di dare continuità: al lavoro, alla vita. E dare così una sicurezza alle persone.

Riscopriamo insieme qualcosa della cooperativa Detto Fatto con un audioracconto.

Card tettamanzi dionigi

I funerali del cardinale Dionigi Tettamanzi, ex arcivescovo di Milano, si terranno martedì 8 agosto alle 11 nel Duomo di Milano e saranno presieduti dall'amministratore apostolico, cardinale Angelo Scola, e concelebrati - tra gli altri - dall'arcivescovo eletto di Milano, monsignor Mario Delpini. La camera ardente è aperta presso la cappella di Villa Sacro Cuore di Triuggio, in Brianza, la 'Casa di spiritualità della Diocesi' dove Tettamanzi si era ritirato dopo la fine del mandato.

Il Consorzio lo saluta con affetto ricordandone l'impegno verso gli "ultimi", l'attenzione ai problemi concreti della casa e del lavoro, della povertà e delle minoranze, ma anche il coraggio delle sue critiche politiche. Ci piace soprattutto ricordare una frase con cui, nel 2002, iniziò il suo ministero a Milano: "i diritti dei deboli non sono diritti deboli"

Per saperne di più leggi l'articolo che gli dedica Avvenire

dGPRicordiamo con affetto e riconoscenza don Giampaolo Citterio. DGP,  come lo chiamavamo affettuosamente  ha seguito da sempre, con vicinanza e lungimiranza, prima da parroco e poi da vicario episcopale la nostra storia e il nostro lavoro, dalla nascita del Centro Insieme di Rho fino allo sviluppo della cooperativa Intrecci.

I funerali saranno celebrati dal cardinale Angelo Scola, lunedì 31 luglio alle ore 15.15 nel Santuario della Beata Addolorata di Rho.

corsoformazioneSi terrà giovedì 7 e mercoledì 20 settembre 2017 il corso di formazione per operatori dei centri d’accoglienza, sul tema Tratta e richiedenti asilo, organizzato da Caritas Ambrosiana.

Vai al modulo per l'iscrizione obbligatoria

Scarica volantino

hivOrmai da tempo chi lavora in campo medico e sociale si è reso conto di una cosa che sta diventando di nuovo preoccupante: dopo la grande campagna informativa e di sensibilizzazione degli anni '90, si è praticamente smesso di parlare di Aids e del virus dell'Hiv.

 

Il risultato è che c'è un'intera generazione, di ragazzini e di giovani, che praticamente non ha mai sentito parlare di questa malattia. E di conseguenza non sa cosa voglia dire, come ci si ammali, e ovviamente anche come non ci si ammali.

La Caritas lavora con le persone affette da Hiv e colpite da Aids fin dagli anni '80, e non è stata a guardare con le mani in mano questo “calo di attenzione” e le sue conseguenze.

Anche per questo da ormai tre anni Caritas Italiana ha ricominciato a lavorare intensamente sul tema, promuovendo tramite le Caritas diocesane progetti di formazione e sensibilizzazione.

Tra le sedici diocesi inizialmente coinvolte (Ancona, Bergamo, Bolzano, Brescia, Catanzaro, Cremona, Firenze, Foligno, Milano, Napoli, Palermo, Pescara, Piacenza, Reggio Calabria, Roma, Verona, che coprono poco meno di un terzo della popolazione italiana) anche la Caritas ambrosiana - e con lei Consorzio Farsi Prossimo e le nostre cooperative - si sono date da fare per riattivare l'attenzione soprattutto del mondo cattolico, ma non solo, su questo tema.

Si terrà mercoledì 12 luglio presso l’Aula Magna del “Consorzio Desio-Brianza” ASC Via Lombardia, 59 Desio, il seminario formativo “METODOLOGIE E PROGETTI INNOVATIVI PER L’INSERIMENTO AL LAVORO DI PERSONE CON DISABILITA’ PSICHICA”, rivolto ad assistenti sociali comunali e dei Servizi per la Salute Mentale, agli operatori dei servizi al lavoro e per la salute mentale di Monza e Brianza, agli operatori accreditati sul Piano LIFT.

Vedi volantino - Per informazioni organizzative e iscrizioni: Tiziana Dell’Orto – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel. 0362.391742

detto fatto libriNegli anni '80, in una Sesto San Giovanni che ormai vedeva chiudere tutte le sue grandi fabbriche, e insieme a loro un'era - quella che l'aveva resa capitale del lavoro, città degli operai, la Stalingrado d'Italia – in quegli anni nasceva invece la cooperativa Detto Fatto, una delle undici che oggi compongono il nostro Consorzio.

L'obiettivo dichiarato che si proponeva era quello di continuare a creare lavoro, laddove il lavoro stava diminuendo inesorabilmente.
Un lavoro che fosse strumento di dignità e riscatto.
E lo crearono in quel settore che invece iniziava a espandersi: quello dei servizi.

Obiettivo ambizioso, ma oggi, dopo quasi trent'anni, continuano a lavorare con lo stesso spirito.
La Detto Fatto è una cooperativa sociale di tipo B, e cioè che favorisce l'inserimento lavorativo di persone socialmente svantaggiate, e oggi dà lavoro a circa 90 persone.

porteapertepiccoloSi terrà sabato 1 luglio l'iniziativa Porte aperte a Monlué, una giornata in cui, a partire dalle ore 9, si potranno conoscere le attività sociali svolte in quella che diventerà la Corte del bene comune.

Appuntamento dunque in via Monlué, presso Casa Monlué e La Grangia di Monluè.

Tra gli appuntamenti più strutturati, al mattino si terrà una marcia non competitiva di 8km, allele ore 18 invece è in programma una visita alle strutture e la presentazione del Progetto Sprar.

sociosport 2Martedì 20 Giugno è partito SocioSPORT, progetto che prevede attività sportive di Calcio, Volley Misto e Calcio Camminato per over 65.

I campi sono aperti a tutti coloro che sono interessati per due mattine alla settimana, il martedì e il sabato, dalle 9 alle 12, presso il Parco 2 Giugno alla Porada, Seregno.

L'iniziativa prosegue fino al 10 agosto, per riprendere poi a settembre con le attività indoor.

Gli operatori di Sociosfera ONLUS e dell’A.S.D. Sport in Zona Melina Miele hanno montato questi campi di calcio e volley presso il Parco 2 Giugno alla Porada di Seregno per far giocare gratuitamente tutti gli adulti interessati, in un momento che sia di attività fisica ma anche di socializzazione.

Tutte le attività sono gratuite.

 

giornatadelrifugiato2017

Si celebra oggi 20 giugno 2017 la Giornata internazionale del Rifugiato: qui di seguito gli appuntamenti che le cooperative del Consorzio Farsi Prossimo promuovono in questa settimana.

Sono eventi organizzati spesso in sinergia con istituzioni, come Comuni, Ministero dell'Interno con la rete Sprar e UNHCR, e altre realtà del territorio, a sottolineare che il lavoro delicato in questo campo e con questi esseri umani non può essere svolto in solitaria, ma funziona quando si agisce insieme.

barconeLo streetmagazine Scarp de' tenis, nel numero di giugno, ha dedicato l'inchiesta di copertina ai corridoi umanitari - “alternativa” alle traversate sulle carrette del mare - e alle ong che cercano di salvare chi rischia di morire e scomparire in fondo al Mediterraneo.

 

È stato infatti fatto un accordo che permetterà il primo corridoio umanitario tra l’Etiopia e l'Italia: grazie a Comunità di Sant’Egidio e Caritas Italiana, con la collaborazione dalla Conferenza Episcopale italiana che lo ha finanziato con i fondi dell’8 per mille, e realizzato d’intesa con i Ministeri dell’Interno e degli Affari Esteri, 500 profughi provenienti da Eritrea, Somalia e Sud Sudan arriveranno nel nostro Paese su un regolare volo di linea per essere accolti e supportati da famiglie e parrocchie della rete di accoglienza diffusa Pro-tetto a casa mia.

Per un anno verranno aiutati a imparare la lingua, trovare un impiego e a inserirsi nelle nostre comunità.

 

I numeri raccontano che nel 2016 sono morte o disperse nel Mediterraneo 5mila persone. L’anno prima 3700.

 

Tra chi ce la fa, e riesce a ricostruirsi una vita qui in Italia, ma non fa notizia perché, per fortuna, è una “storia normale”, c'è Ibrahim (nome di fantasia per tutelare la sua privacy) che oggi vive vicino a Lecco ed è passato per i centri di accoglienza della cooperativa L'Arcobaleno.