Mercoledì 29 luglio alle 11, il cardinale Angelo Scola ha visitato Casa Suraya. L’Arcivescovo ha incontrato i profughi, i responsabili del centro e gli operatori ed ha visitato la struttura. Casa Suraya, in via padre Carlo Salerio 51 a Milano, è stata inaugurata a metà giugno 2014 e da allora accoglie ogni giorno cento profughi.

Al momento metà di loro sono siriani (inviati dal Comune di Milano), l’altra metà è composta in prevalenza da etiopi ed eritrei (inviati dalla Prefettura).

Il centro, gestito dalla cooperativa Farsi Prossimo, è intitolato alla prima bambina figlia di profughi provenienti dalla Siria nata a Milano lo scorso maggio. La proprietà della struttura è dell'Istituto delle Suore della Riparazione.

Le cooperative del Consorzio Farsi Prossimo gestiscono in totale una cinquantina di strutture di accoglienza, tanto per stranieri quanto per italiani, sia a Milano che nelle provincie di Lecco e Monza, per una capienza totale di quasi 2000 posti.

 

Per saperne di più:

 Tutti i nostri articoli su Casa Suraya