tunnel3Per arrivare ai centri SPRAR di via Monluè bisogna percorrere un sottopassaggio, che per anni è stato deturpato da scritte volgari e sporcizia. Ora questo tunnel è pulito, arricchito da disegni che evocano il viaggio migratorio degli ospiti SPRAR.

Sono stati proprio gli ospiti dei centri SPRAR Casa Monluè/la Grangia di Monluè, insieme agli operatori della cooperativa Farsi Prossimo, i  volontari dell'associazione Centesimus Annus e giovani artisti cittadini a ripulire il tunnel, imbiancarlo completamente e realizzare alcuni murales che richiamano il viaggio dei migranti.

Grazie al progetto Oltre il tunnel, ora il sottopassaggio è decorato da un murales di circa 70 metri in cui il tema del viaggio è declinato per scenari: il deserto, il mare e i paesaggi italiani. Simboli, parole chiave, allegorie sono state preferite a scene realistiche, per non turbare i bambini e le famiglie che quotidianamente attraversano il tunnel. Le firme dei migranti sono poi contenute in un'enorme scritta HOME realizzata con i colori della bandiera italiana.

Il risultato del progetto, che ha permesso a stranieri e italiani di lavorare gomito a gomito, è stato apprezzato dai cittadini della zona.

tunnel2

tunnel1