Alleanza contro la povertà energetica è il network contro la povertà energetica che vede coinvolti come fondatori Adiconsum, associazione di consumatori fondata nel 1987 e presente su tutto il territorio nazionale e Canale Energia, testata specializzata del settore energia e ambiente, già media partner di diversi progetti sul tema negli anni.
Da settembre entra nel network anche Fratello Sole S.C.A r.l , insieme a Banco dell’Energia Onlus e Fratello Sole Energie Solidali.

“Siamo felici che il partenariato si ampli” comenta Agnese Cecchini direzione Alleanza contro la povertà energetica: “Riteniamo che l’obiettivo dell’Alleanza dopo la parentesi del Covid-19 e con l’approvazione del decreto per le comunità energetiche siano centrali per divulgare e fare massa critica su progetti e iniziative volti a contrastare un fenomeno sempre più attuale come la povertà energetica. Iniziativa verso cui stiamo stringendo accordi con player italiani ed esteri, progetti europei ed eventi. È importante che ci sia sempre più attenzione al problema e alle sue possibili, e già applicabili, soluzioni”.

Fratello Sole, di cui Consorzio Farsi Prossimo è socio fondatore, è la prima e unica società consortile non a scopo di lucro in Europa che si occupa di sostenibilità aperta esclusivamente agli Enti Non Profit del Terzo Settore italiano.

Il suo obiettivo è rendere concrete le istanze dell’enciclica Laudato Sì e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite supportando attivamente i propri Soci ad un uso efficiente delle risorse nelle strutture in cui operano. L’obiettivo è contenere i costi e poter così investire nelle attività sociali e assistenziali a vantaggio della comunità locale.

La missione Fratello Sole si situa nel contesto delle azioni di contrasto alla povertà energetica. La sfida è quella di coniugare innovazione e inclusione sociale con il fine di migliorare il benessere delle persone, le loro condizioni di vita e di lavoro.

Braccio operativo di Fratello Sole è Fratello Sole Energie Solidali, prima Energy Service Company (E.S.CO) per il Terzo Settore in Italia. Creata nel 2018 in forma di Impresa Sociale partecipata al 60% da Fratello Sole e al 40% da Iren Energia spa, realizza gli interventi di efficienza energetica e sostenibilità presso le strutture dei Soci e gestisce anche l'analisi di impatto, la ricerca e l'utilizzo di finanza specifica e la rendicontazione dei risultati ottenuti dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.

Banco dell’energia Onlus è un ente senza scopo di lucro indipendente nato nel 2016, promosso da A2A e dalle Fondazioni AEM e ASM, con l’obiettivo di supportare coloro che si trovano in situazioni di temporanea vulnerabilità economica e sociale con particolare attenzione alla povertà energetica.

Nei bienni 2017/2018 e 2019/2020, in collaborazione con Fondazione Cariplo, sono state promosse in Lombardia due edizioni del Bando “Doniamo Energia”, con l’obiettivo di intercettare le situazioni di fragilità favorendone la riattivazione e l‘inclusione sociale e lavorativa, attraverso interventi personalizzati che comprendono anche la distribuzione di beni di prima necessità e il pagamento di spese urgenti, bollette di forniture domestiche di qualsiasi operatore.

A luglio 2020 è stata lanciata la terza edizione del bando “Doniamo Energia” per dare risposte rapide e coordinate alla popolazione in povertà e vulnerabilità, a partire da quella fascia di popolazione che si è trovata in una condizione di improvvisa fragilità a causa dell’emergenza Covid-19.


La Fondazione Urbs Franciscana ha tra i suoi promotori alcuni degli esperti del settore per la lotta alla povertà energetica; sin dal 2015 il punto di riferimento è stata la semplicità e la concretezza della spiritualità di Francesco D’Assisi e la Lettera Enciclica “Laudato Si’” per informare sulle conseguenze del degrado ambientale sui poveri e i più deboli. Obiettivo di ogni micro progetto avviato è quello di combattere il disinteresse e promuovere ad ogni livello una formazione e una educazione alla responsabilità ambientale che incoraggi e diffonda comportamenti e scelte sostenibili che hanno un’incidenza diretta e importante sulla cura per l’ambiente. Il nostro sogno è costruire delle piccole “città di Francesco” che abbiano nell’economia del dono il principio per promuovere lo scambio di esperienze fra le città aderenti per l’individuazione e il finanziamento di progetti a favore delle città più povere e fragili in cerca di supporto tecnico e finanziario.

Cosa è la povertà energetica

La povertà energetica è un problema globale: non c’è Paese che ne sia libero. I numeri parlano chiaro: ancora oggi nel mondo 1,4 miliardi di persone non hanno accesso all’energia e 2,8 miliardi non possono accedere a fonti di energia pulite ed affidabili. In Europa 50 milioni di persone non riescono ad accedere a forme adeguate di energia. Nel nostro Paese sono 5 milioni i poveri energetici.

L'Alleanza contro la povertà energetica nasce con l’intento di istituire un dialogo tra attività sul campo, azioni di ricerca e monitoraggio e istituzionali. Un hub per permettere l’aggregazione di notizie sul tema e creare un network di soggetti che intendono, con il supporto di Adiconsum e Canale Energia, contrastare il fenomeno. Aziende, stakeholder istituzionali, associazioni, enti di ricerca e media sono tutti invitati a partecipare al progetto.

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.povertaenergetica.it/