food

Anche Consorzio Farsi Prossimo aderisce alla tavolata multietnica di sabato 23 giugno al Parco Sempione, promossa dal Comune di Milano nell’ambito dell’iniziativa “Insieme senza muri” e che vede fra i suoi ospiti anche l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini.

Alla tavolata multietnica hanno già aderito in anticipo circa 200 associazioni, 160 comunità straniere, consolati, in tutto ormai quasi 7mila persone, fra gruppi, singoli e famiglie.

Contribuiranno alla tavolata anche i cuochi della cooperativa Farsi Prossimo, quotidianamente al lavoro al Refettorio Ambrosiano, la mensa solidale voluta dallo chef numero 1 al mondo Massimo Bottura e gestita dalla Caritas Ambrosiana.


I cuochi del Refettorio Ambrosiano prepareranno per circa 500 convitati uno dei loro piatti forti: un rollè di carne in salsa verde. 

«Un piatto semplice, nutriente, capace di valorizzare tutti gli ingredienti e quindi anti-spreco, nella filosofia del Refettorio», sottolinea la cuoca Ilenia di Pietro.

Inoltre i commensali potranno consumare il loro menu sulle tovagliette della campagna internazionale per l’accoglienza “Share the journey” su cui sono stampate le parole di papa Francesco: “La speranza è la spinta a condividere il viaggio, perché il viaggio si fa in due: quelli che vengono nella nostra terra, e noi che andiamo verso il loro cuore, per capirli, per capire la loro cultura, la loro lingua”.

«Ritrovarsi intorno alla stessa tavola, tra persone di provenienze diverse, serve a recuperare quel senso di convivialità, compartecipazione, solidarietà che ci fa riconoscere come appartenenti tutti a una sola famiglia, quella umana», sottolinea Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana, che ha aderito all’iniziativa.