gatti di milano picGli utenti del centro diurno “La Piazzetta”, gestito dalla cooperativa Farsi Prossimo, organizzano una visita guidata speciale nel quartiere Forlanini a Milano, dove ci sono le Case Bianche che visiterà il Papa sabato 25 marzo.

Ma non solo Case bianche, perché il quartiere è decisamente ricco di storia, che in parte anche Consorzio Farsi Prossimo sta lavorando per recuperare, a partire dal progetto della Corte del bene comune che sorgerà nell'antica abbazia di Monluè.

E molto altro.

A una settimana dall'arrivo del Papa dunque gli “Spiazzati”, il gruppo di senza tetto che si ritrovano al centro diurno "La Piazzetta" e che hanno scritto la guida alla città “I gatti di Milano non toccano terra”, ha organizzato per sabato 18 e domenica 19 marzo una camminata nel quartiere: un tour tra storia e leggenda, con uno sguardo disincantato e ironico.

Il tour parte dalla chiesa di San Galdino proprio dove arriverà il Papa.

Poi da lì gli “Spiazzati” con i visitatori si sposteranno al centro di prossimità della Caritas del decanato Forlanini proprio sotto i palazzoni bianchi che visiterà il Pontefice.
Qui sarà ripercorsa la storia del quartiere con la proiezione di alcune foto di archivio raccolte da appassionati e abitanti della zona che le hanno gentilmente offerte per l’occasione: un excursus che partirà dalle antiche origini medioevali, periodo nel quale l’ordine degli Umiliati fondò l’abbazia e la grangia di Monluè bonificando e rendendo produttivi i terreni paludosi, alla nascita del borgo di Ponte Lambro con l’insediamento delle lavanderie.

La storia ci porta poi allo sviluppo industriale dei primi del ‘900, con il sorgere delle fabbriche aeronautiche Caproni-Taliedo e la costruzione durante il Fascismo delle case minime della Trecca.

Negli anni '70 la demolizione della Trecca cui seguì il trasferimento degli abitanti nelle attuali Case Bianche: 477 abitazioni, distribuite su 20 edifici di nove piani ognuno, attualmente gestite dall’Aler, dove ancora vivono gli anziani, eredi e custodi di quella storia, insieme ai nuovi abitanti: stranieri e famiglie rom. Proprio quel popolo variegato che attende il Santo Padre.

Dopo la carrellata fotografica, inizierà il tour vero e proprio, un itinerario a piedi di 50 minuiti che toccherà via Zama, il parco Guido Galli, il complesso dei capannoni che compongono le aree dismesse ex Caproni, la chiesa di San Galdino e la visita nelle sede delle tante associazioni che operano nel quartiere. Un giro in strada con chi in strada ci vive.

 

La visita sarà replicata anche nella settimana che attende la visita del Papa: chi fosse interessato deve prenotare scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

I tour sono promossi dal centro diurno La Piazzetta della cooperativa Farsi Prossimo e dal giornale di strada Scarp de’ tenis di Caritas Ambrosiana.