CasamicacolCasAmica, la casa di accoglienza per donne e mamme con bambini e nuova sede del Centro di Ascolto Caritas inaugurata venerdì 18 settembre 2015 a Sovico, è in pieno fermento.

Dei 5 alloggi disponibili, 4 accolgono 4 nuclei familiari in difficoltà inviati dai servizi sociali dei Comuni di Sovico e Lissone e da Caritas Monza.
La nuova sede del Centro d'Ascolto Caritas è già operativa, con i volontari che seguono le famiglie in difficoltà non solo economiche.

Casamica si è dotata di un logo, progettato dagli studenti della III G, indirizzo di Grafica, del Liceo Artistico Amedeo Modigliani di Giussano all'interno dell'esperienza di alternanza Scuola-Lavoro in collaborazione con il corpo docenti, le cooperative Filo d'Arianna, Novo Millennio e il Consorzio Farsi Prossimo.

Non è stato scegliere fra i diversi loghi proposti, ma quello che ha vinto richiama il simbolo della casa rappresentata dai suoi 5 appartamenti stilizzati nella grafica e richiamati dai diversi colori, a valore della diversità ed integrazione fra culture e storie di vita diverse.
Il tetto "a freccia" ed in direzione verso l'esterno ha voluto sottolineare con il verde l'idea del giardino e dell'area giochi annessa a CasAmica rappresentativa di un "dentro" integrato con il "fuori" ed il territorio.
Continuano altresì le azioni del progetto "Riparto da casa" promosso dalla Fondazione della Comunità Monza e Brianza che ha utilizzato gli spazi di CasAmica per percorsi di formazione per volontari, operatori e cittadini sulla "gestione del bilancio familiare", percorsi sulle attuali normative e piattaforme emergenti in tema di "inserimento al lavoro" oltre che percorsi di accompagnamento a tirocini-lavoro per le utenze seguite ed emergenti. I volontari/operatori del Centro d'Ascolto di Sovico, che opera in CasAmica, sono stati fruitori di questo progetto.
Sono terminati in questi giorni i lavori per l'allestimento del parco giochi per bambini che sarà inaugurato a settembre. Nel frattempo sarà aperto saltuariamente con appositi avvisi affissi all'esterno dell'area. Il parco giochi è destinat non solo dalle famiglie presenti nella palazzina ma anche, negli orari previsti, dalle mamme e dai bambini della comunità Sovicese, diventando un luogo di integrazione e accoglienza.
Per aprire, chiudere e "custodire" l'attività (circa 3 ore giornaliere) si cercano volontari: avranno accesso al wifi e ad un tavolo da lavoro, quindi crediamo che possa essere un'occupazione adatta a studenti universitari. Chi fosse interessato contatti:  Maria Luisa Arruzza di Filo d'Arianna (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 335 1841856 ), Giovanni Vergani di Novo Millennio (335 292196) o Pierluigi Sala referente locale (334 6838706)

per saperne di più leggi La voce di Sovico