Dona ValoreUno dei progetti più antichi di Consorzio Farsi Prossimo ruota intorno ai “cassonetti gialli della Caritas”.
Sono 20 anni che questo progetto di raccolta e recupero degli indumenti usati tramite i cassonetti va avanti, ma pochi sanno come funziona: gli indumenti inseriti dentro i cassonetti Dona Valore non sono distribuiti tutti alle persone svantaggiate. Fanno molto di più.

I 1400 cassonetti (nella sola diocesi di Milano) raccolgono ogni anno 8.000 tonnellate di vestiti e accessori di abbigliamento. Una quantità enorme, che riempirebbe lo stadio Meazza, e che invece dà vita a un bellissimo progetto di imprenditoria sociale:

  • genera lavoro per le persone svantaggiate assunte per raccoglierli, selezionarli, prepararli alla vendita
  • produce risorse che vengono investite in progetti solidali
  • assicura dignità a chi trova lavoro nel progetto e a chi beneficia dei progetti sociali finanziati
  • finanzia progetti sociali
  • migliora il territorio, contribuendo al benessere collettivo
  • salvaguarda l’ambiente, riducendo i rifiuti e proponendo modelli di consumo eco-compatibili.

La gestione dei cassonetti gialli Dona Valore è gestita dalla Rete R.I.U.S.E. (Raccolta Indumenti Solidale ed Etica) e promossa da Caritas Ambrosiana. L’adesione alla Rete è limitata a cooperative sociali legate a Caritas che si assumono responsabilità e impegni precisi.

Negli ultimi 10 anni la raccolta ha sostenuto oltre 120 progetti, di cui hanno beneficiato 5300 persone, per un valore di oltre 3 milioni di euro: servizi per anziani e persone con disagio psichico, progetti di agricoltura sociale e formazione lavorativa per adulti in difficoltà, sostegno di spese mediche e dentistiche per bambini e ragazzi ospitati nelle comunità per minori, progetti di accoglienza e tutti gli altri documentati sul sito www.donavalore.it .

Se vuoi saperne di più la Rete R.I.U.S.E. sta organizzando per il 30 maggio, presso l’Auditorium San Fedele (via Hoepli 3B, Milano) un convegno internazionale per illustrare i traguardi sociali, occupazionali ed ambientali raggiunti nel 2017 e i progetti di sviluppo per il futuro: iscriviti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.per richiedere l’invito.