Tutte le news

Ai toni scandalosi dei media risponde la testimonianza di un'operatrice

La mia esperienza al Centro Insieme è una esperienza fatta di volti, di nomi e di tempo condiviso per fare, parlare, stare insieme, cambiare.
E’ un’esperienza intessuta di parole dette o udite, di frasi che restano dentro.

In comunità si vive una condivisione così forte che non esiste una via di mezzo, la si accetta o si fugge.

LA SOLIDARIETA' DI CARITAS AMBROSIANA E DEL COMUNE DI RHO VERSO OPERATORI E COOPERATIVA FARSI PROSSIMO

In relazione ai recenti articoli apparsi su alcuni organi di informazione locale, riportanti gravi e infondate accuse nei confronti degli operatori del Centro Insieme, comunità protetta presente da decenni a Rho, e dell'ente gestore, la Cooperativa Farsi Prossimo, Caritas Ambrosiana ha voluto esprimere tutta la propria solidarietà e fiducia nei confronti di cooperativa e operatori.
E' possibile scaricare il comunicato stampa diffuso da Caritas Ambrosiana, e leggere il comunicato stampa sul sito del Comune di Rho .

Il 9 Maggio, a Roma, si è tenuta la XXXVIII ASSEMBLEA CONFCOOPERATIVE.

I dati divulgati rivelano che negli ultimi 4 anni la cooperazione ha registrato un aumento dell'8% dell'occupazione: un ottimo risultato, che viene addirittura superato dalle cooperative aderenti a Confcooperative.

La sintesi della relazione introduttiva del vicepresidente vicario Carlo Mitra
Il servizio su TG1 Economia del 9 Maggio

Per saperne di più

Riproponiamo il collage-video realizzato in occasione della inaugurazione della nuova sede. I video raccontanto delle più importanti azioni del 2011.

 

 

Perchè la salute è un bene da salvaguardare dando la priorità alla persona e non al profitto.

IL POLIAMBULATORIO DI VIALE JENNER: il no profit al servizio della tua salute

Nel 2011 il Consorzio Farsi Prossimo, insieme alle cooperative sociali di Caritas Ambrosiana, ha dato il via a un nuovo progetto nel campo della sanità leggera: il Consorzio Farsi Prossimo Salute, che in franchising con Welfare Italia ha dato vita al Poliambulatorio di viale Jenner 73.

Le cooperative del Consorzio Farsi Prossimo sono impegnate da tempo nell’accoglienza di Richiedenti Asilo, Rifugiati e Titolari di Protezione Umanitaria (RARU) nel territorio di tutta la Diocesi di Milano, ed hanno sviluppato insieme un vero e proprio sistema di accoglienza, che si realizza in una rete di servizi.
Tali servizi permettono di coprire le diverse fasi dell’accoglienza (dal pronto intervento, alla seconda accoglienza, all’avvio all’autonomia lavorativa e abitativa) secondo un continuum nel percorso verso l’integrazione, che avviene in stretto contatto con le comunità territoriali di accoglienza, valorizzandone risorse e opportunità.

Con enorme dolore partecipiamo al lutto per Le Quyen Ngo Dinh, che ha perso la vita lunedì 16 aprile in un tragico incidente stradale, a Roma. Le Quyen Ngo Dinh era la responsabile dell’Area Immigrazione della Caritas di Roma.

Chi l'ha conosciuta la ricorda certamente come una donna speciale, che tanto ha fatto per i rifugiati, condizione di cui aveva fatto esperienza lei stessa.

Dopo oltre 9 anni il Consorzio cambia sede e si sposta da via Ponale 2 in viale Sarca 336/f, edificio 16, scala H, 3° piano.


Una scelta importante che rappresenta un investimento per il futuro del Consorzio Farsi Prossimo. La nuova sede, con ampi spazi progettati ad hoc (uffici luminosi,  sale riunioni ed una sala per la formazione i gruppi di lavoro) permetterà al Consorzio di rispondere sempre meglio alle esigenze delle Cooperative socie e alle nuove sfide che ci attendono.

La nuova sede è stata inaugurata martedì 8 Maggio 2012.

 La nuova sede di viale Sarca 336 sarà inaugurata l'8 Maggio 2012. Gli ampi spazi progettati ad hoc permetteranno al Consorzio di rispondere sempre meglio alle esigenze delle Cooperative socie e alle nuove sfide che ci attendono. Leggi tutto


Durante le feste natalizie i Presidenti delle squadre di calcio di serie B avevano pranzato in Casa Monluè, interessandosi al progetto di questa nuova casa di accoglienza, inaugurata ufficialmente il 14 Gennaio.

Il loro interessamento non è terminato con le feste: a quell'incontro ha fatto seguito una partita di calcio fra una selezione di giovani giocatori di serie B ed una squadra nata fra gli ospiti di Casa Monluè, composta da 18 ivoriani accomunati dalla passione per il calcio, che hanno già partecipato a un torneo giovanile della Provincia di Milano, vincendo a Dicembre il primo premio. In questo modo lo sport torna ad essere un veicolo di valori positivi, e concorre all'integrazione di chi si trova in difficoltà.