Tutte le news

food

Anche Consorzio Farsi Prossimo aderisce alla tavolata multietnica di sabato 23 giugno al Parco Sempione, promossa dal Comune di Milano nell’ambito dell’iniziativa “Insieme senza muri” e che vede fra i suoi ospiti anche l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini.

Alla tavolata multietnica hanno già aderito in anticipo circa 200 associazioni, 160 comunità straniere, consolati, in tutto ormai quasi 7mila persone, fra gruppi, singoli e famiglie.

Contribuiranno alla tavolata anche i cuochi della cooperativa Farsi Prossimo, quotidianamente al lavoro al Refettorio Ambrosiano, la mensa solidale voluta dallo chef numero 1 al mondo Massimo Bottura e gestita dalla Caritas Ambrosiana.

scendidallapianta2

In occasione della giornata mondiale del rifugiato lunedì 18 giugno Caritas Ambrosiana ha organizzato un flash mob davanti al grattacielo Pirelli, a Milano: 2 scalatori del gruppo alpinistico i “Ragni di Lecco” si sono calati dal “Pirellone”, sede del consiglio della Regione Lombardia. Il flash mob ha lanciato anche un contest dedicato a combattere il razzismo.

Scendendo alla cima del grattacielo Pirelli, in corda doppia, i due Ragni di Lecco, con la faccia di un grande scimpanzé raffigurato sulla schiena, hanno metaforicamente rappresentato l’evoluzione umana. Un testo recitato ha illustrato il senso della scena e spiegato il contributo che nella storia millenaria della nostra specie hanno avuto le migrazioni.

Una volta giunti a terra, 15 figuranti travestiti da scimmie sono usciti dai loro costumi e divenuti in questo modo simbolicamente uomini, hanno lanciato lo slogan «Scendi dalla pianta. Be human» che è anche l’hashtag del social con

life jackRama aveva otto anni, suo fratello Mohamed cinque. Insieme a loro c'erano i fratellini Omar, tre, e il piccolissimo Israa di un anno. Tentavano con la loro mamma e il loro papà la traversata del mare, su un barcone insieme ad altri 550 esseri umani. Non furono soccorsi, quella notte, nel Mediterraneo, quando la loro barca si ribaltò.
Erano fuggiti dalla guerra in Siria, e poi ancora dalla guerriglia in Libia, e cercavano una vita in pace in Europa.
Abbiamo ospitato i loro genitori in uno dei nostri centri di accoglienza – Casa Suraya, gestita dalla cooperativa Farsi Prossimo – appena arrivati a Milano. Da soli e disperati, perché i loro quattro bambini erano dispersi, finiti in fondo al mare.

Stiamo vivendo, in questi giorni, un periodo difficile, in un clima culturale e politico pesante, di chiusura e alzata di muri verso chi arriva nel nostro Paese.

In questo momento crediamo sia particolarmente importante schierarsi semplicemente a favore degli esseri umani.
Perché il dramma che spesso portano sulle spalle queste persone potrebbe colpire chiunque. Noi crediamo che a questo dramma l'unica risposta possibile sia “farsi prossimo”.

Noi ricordiamo Rama, Mohamed, Omar e Israa, e insieme a loro i trentamila esseri umani, spesso senza nome, la cui vita è finita in fondo al Mediterraneo.
Crediamo e speriamo che vicende come questa possano fare appello all'umanità di ciascuno.

 

giornata rifugiato yellow

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita.

Vi segnaliamo in questa pagina tutte le iniziative messe in campo dalle nostre cooperative per la Giornata del Rifugiato 2018.

Intrecci emporio della solidarietà109 tessere attive, 239 attivate nel corso degli ultimi due anni. 4.290 spese settimanali, 250 tipi di prodotti diversi tra i quali scegliere, 50 volontari attivi.
Sono alcuni sintetici numeri che descrivono sommariamente i tre Empori della solidarietà gestiti dalla cooperativa Intrecci e da Caritas a Varese, Garbagnate Milanese e Saronno.

Sabato 26 maggio tutti i volontari degli Empori si sono ritrovati per la prima Giornata a loro dedicata: conoscenza reciproca, riflessione attiva sulla collaborazione nel lavoro di gruppo, sguardo sulla rete nazionale degli Empori promossi da Caritas ed infine pranzo conviviale. 

È stata l’occasione, quindi, per far incontrare i tre gruppi di volontari che animano col loro impegno gli Empori, ma si è colta l’occasione per guardare – tutti insieme – a cosa c’è dietro la realtà di questi strani negozi.

vesti cassonettoTorniamo a parlare dei cassonetti gialli per la raccolta degli indumenti usati

Lo facciamo in occasione dei 20 anni della raccolta dei vestiti usati, oggi ad opera della Rete R.I.U.S.E., una rete – promossa tra gli altri da Caritas Ambrosiana e da Consorzio Farsi Prossimo – che raduna sette cooperative che, sul territorio della Diocesi di Milano e di Brescia, gestiscono il recupero degli indumenti usati.

E lo facciamo attraverso un'intervista a Carmine Guanci, che è direttore della Rete R.I.U.S.E. e vicepresidente della cooperativa Vesti Solidale, una delle nostre coop inserite in questo circuito, che ci ha aiutato a capire in modo molto semplice come funziona questo sistema.

farsi prossimo Sammartini

La Farsi Prossimo è la prima cooperativa sociale promossa dalla Caritas Ambrosiana. E quella che, in un certo senso, ha dato origine all'esperienza del Consorzio Farsi Prossimo, perché è stata tra le prime cooperative che hanno fondato il nostro Consorzio.

La cooperativa Farsi Prossimo festeggia quest'anno i suoi primi 25 anni, e lo fa con una serata evento mercoledì 13 giugno, a partire dalle 18.30, all'Auditorium San Fedele di Milano (via Hoepli 3b).

Alcune delle più note voci della tv, fra speaker e doppiatori milanesi, saranno protagoniste del progetto Le Voci della Televisione: una serata di solidarietà, musica ed emozionanti storie reali di riscatto e altruismo.


convegno1Una grande novità per quanto riguarda la Rete RIUSE - Raccolta Indumenti Usati Solidale ed Etica, progetto promosso anche da Consorzio Farsi Prossimo - e la raccolta e riutilizzo dei vestiti usati: anche in Italia sbarca Tess (Textile with Ethical Sustainability and Solidarity), il gruppo europeo di imprese sociali, nato per dare vita a forme di commercio equo nel settore della raccolta e vendita degli indumenti usati.
E ci arriva proprio grazie a Rete RIUSE che è la prima realtà italiana ad aderire al gruppo.

L’annuncio è stato dato il 30 maggio 2018 nel corso del convegno internazionale “1998-2018 da vent’anni trasformiamo scarti in valore, un impegno solidale che guarda al futuro”

baby feet

Rocco è il nome di uno dei nostri operatori della cooperativa L'Arcobaleno.
Rocco è anche il nome di un neonato, figlio di due profughi che a Lecco stanno ricostruendo la loro vita, insieme.
E non è una coincidenza che si chiamino allo stesso modo.

Questa storia inizia nel novembre dello scorso anno, quando Rocco, educatore nelle comunità di accoglienza della coop L'Arcobaleno, incontra Ches: «Mi è subito sembrato un ragazzo colto, attento a come si presentava e attento a imparare l'italiano in maniera corretta: non era sufficiente capire e farsi capire, ma per lui è sempre stato importante proprio non fare errori».

alleanza poverta A sei mesi dall’introduzione del Rei – il Reddito di Inclusione - l’Alleanza regionale contro la povertà in Lombardia, una rete di 18 realtà, promuove un momento di approfondimento sullo sviluppo delle reti di inclusione, attraverso un confronto tra i principali soggetti di policy: Inps, Regione, Comuni, enti e associazioni del Terzo Settore, organizzazioni sindacali e datoriali.

L’iniziativa è un’occasione, oltre che per fare il punto sul Rei, per porre al centro della discussione politica e pubblica in Lombardia l’esigenza di rafforzare ulteriormente i sistemi di inclusione sociale e di ridurre le disuguaglianze, a partire dalle esperienze realizzate nei territori.

L’appuntamento, dal titolo «Il contrasto alla povertà in Lombardia. Costruiamo reti per l’inclusione» è per giovedì 31 maggio a partire dalle 9.30, nella Sala Ricci della Fondazione Culturale San Fedele (piazza San Fedele 4, Milano).

Sconfinati serbia 13lgEsattamente venticinque anni fa, nel 1993, la Cei - Conferenza dei vescovi italiani – pubblicava il documento “Ero forestiero e mi avete ospitato”, dedicato al fenomeno «nuovo ed emergente» dell’immigrazione, «di cui non si riusciva ancora a cogliere le dimensioni e le prospettive».
Oggi, venticinque anni dopo, la Commissione episcopale per le migrazioni della Cei indirizza alle comunità cristiane una nuova lettera, intitolata “Comunità accoglienti, uscire dalla paura“.

Un appello in cui, oggi come allora, si sottolinea che «il primo diritto è non dover essere costretti a lasciare la propria terra».

5xmille 2018 post

Tempo di primavera, tempo di... dichiarazione dei redditi e di 5 per mille.

Anche quest'anno vi chiediamo una mano per sostenere il lavoro che Consorzio Farsi Prossimo e le sue cooperative svolgono quotidianamente, tutto l'anno.

Nelle nostre strutture, nei nostri centri, con i nostri progetti sosteniamo tante persone e famiglie fragili.
Ci prendiamo cura di anziani, di bambini, di chi è in difficoltà per una disabilità fisica o un disagio psichico. Offriamo formazione e lavoro. Accompagniamo all'autonomia persone che sono rimaste senza lavoro o senza casa.

Nel 2017 abbiamo cambiato la vita di oltre 44mila persone, grazie alle competenze di 700 lavoratori e quasi 200 volontari.