Tutte le news

progetto MeMo 2Un progetto che, attraverso la tecnologia, vuole avvicinare giovani, adulti e anziani, le scuole e tutti i cittadini ai temi della legalità e della memoria, attraverso anche l'incontro tra diverse generazioni.

Si tratta di MeMo - Memorie in movimento, percorso multimediale realizzato all'interno del Centro diurno per anziani Le querce di Mamre a Galbiate (situata in via Caduti di Via Fani, 12), gestito dalla cooperativa L'Arcobaleno.

Al centro del progetto c'è un immobile confiscato alla famiglia Coco-Trovato a metà anni ’90 e affidato nel 1999 all’amministrazione comunale di Galbiate. All'interno di questo spazio nel 2004 è stato inaugurato il Centro diurno integrato Le querce di Mamre, gestito dalla cooperativa L'Arcobaleno, che oggi può accogliere fino a 40 persone anziane con problematiche di decadimento cognitivo e deficit della memoria. 

È qui che è stato allestito, appunto, il progetto MeMo - Memorie in Movimento che, attraverso le potenzialità delle nuove tecnologie, ha l'obiettivo di proporre a studenti e insegnanti un nuovo modello di avvicinamento ai temi della legalità, della memoria, dell’incontro tra generazioni.

san luigi 1Un open day speciale per fare conoscere Casa Sant'Antonio, la nuova comunità educativa per minori della cooperativa San Luigi, a Varese.

La cooperativa San Luigi, nata nel 2009 e dal 2012 socia del Consorzio Farsi Prossimo, in realtà ha aperto una comunità per minori già nel 2015, ma da pochi mesi Casa Sant'Antonio si è completamente rinnovata.

Intanto ha una nuova sede: si trova ora in via Istria al 10, in una palazzina che storicamente ospitava l'oratorio della parrocchia Madonna della Speranza e della Pace e che ora è stata ristrutturata per ospitare fino a 10 ragazzi tra i 13 e i 18 anni.

Al momento a Casa Sant'Antonio vivono già cinque ragazzi, e saranno proprio loro, insieme agli educatori della comunità, a presentare la propria casa sabato 17 marzo 2018, in un open day a cui sono invitati le istituzioni, le realtà che lavorano con i minori sul territorio di Varese e gli abitanti della via.

2 progetti AVIVAFino al 29 Marzo sono aperte le votazioni dei progetti AVIVA: i progetti con più voti accederanno a donazioni fino a €15.000.


Basta registrarsi sul sito https://community-fund-italia.aviva.com per esprimere un totale di 10 voti  fino al 29 marzo.

Le nostre consorziate partecipano al concorso con due progetti:

Puoi regalare i tuoi voti equamente ai due progetti, oppure dare tutti i voti al progetto che ti sta più a cuore, l'importante è non perdere tempo, registrarsi subito e far sentire il tuo sostegno!

 

dopo scuola digitale

Si chiamano Disturbi Specifici dell'Apprendimento e, in effetti, i bambini e i ragazzi che ne soffrono faticano a imparare con i metodi tradizionali che vengono usati nelle scuole.

Sociosfera propone un servizio proprio in appoggio a questi ragazzi, per aiutarli a trovare il metodo migliore per ciascuno di loro per studiare e imparare. Si tratta del “Doposcuola digitale”, attivato proprio dal mese di marzo 2018 al Centro Polifunzionale Mosaico di Segrate.

Questo servizio di doposcuola risponde proprio ai bisogni di minori con diagnosi di DSA – i Disturbi Specifici dell'Apprendimento, appunto - che faticano a strutturarsi un metodo di studio.

MeMoMercoledì 7 marzo a Galbiate (Lecco) la cooperativa L'Arcobaleno del Consorzio Farsi Prossimo presenta il progetto MeMo - Memorie in movimento.

Si tratta di un percorso multimediale proposto all'interno del Centro diurno per anziani Le querce di Mamre, che ha sede in una palazzina confiscata alla mafia. Il percorso vuole avvicinare soprattutto i giovani e gli studenti ai temi della legalità, della memoria, dell'incontro tra generazioni.

Nel pomeriggio, alle ore 17.30, ci sarà la presentazione aperta al pubblico con un convegno organizzato a Lecco, nella Sala Don Ticozzi, in via Giuseppe Ongania 4.

FratelloSole ENEA

Fratello Sole, società consortile senza scopo di lucro, attiva negli interventi e servizi di efficienza energetica per gli Enti no profit di cui Consorio Farsi Prossimo è fra i soci fondatori, ed ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, hanno firmato a Roma, il 15 febbraio scorso, un protocollo d’intesa  finalizzato ad elaborare progetti pilota per il contrasto alla povertà energetica in particolar modo a sostegno degli enti del Terzo Settore.

La povertà energetica, fenomeno che interessa in Italia 4 milioni di persone, colpisce le fasce deboli della popolazione in  difficoltà ad acquistare un minimo di beni e servizi energetici per un adeguato riscaldamento, per la cottura dei cibi, l’illuminazione e l’uso di elettrodomestici, con conseguenze significative sulla qualità di vita e sulla salute. Tali costi incidono notevolemnte anche sulle strutture di assistenza sociale e tanto da influenzare - se non addirittura a limitare - i servizi sociali erogati.

Leggi la notizia ANSA

RifugiatieLavoroSabato 24 Febbraio, presso la Camera del Lavoro di Milano, in Corso di Porta Vittoria 43 si terrà il Convegno "Rifugiati e lavoro: le buone pratiche" dove Associazioni del Terzo Settore, Imprese, Istituzioni e Rifugiati si confronteranno sul tema del lavoro come strumento di autonomia economica e dignità personale.

Vai all'evento su Facebook o vedi la locandina con il programma completo.

La partecipazone all'evento è gratuita previa registrazione compilando il modulo online.

 

Dicolaluna

Da cinque anni al Centro diurno Stellapolare, gestito dalla cooperativa Novo Millennio, esiste una compagnia di teatro speciale.

Si chiama “le Menti Fresche”, è nata 2013 dal laboratorio di un gruppo di utenti del Centro diurno sotto la guida del regista Gennaro Ponticelli e con la partecipazione di due educatori del centro e giovedì 22 febbraio sono andati in scena a Monza con il loro nuovo spettacolo "Dico la Luna".

Nel corso degli anni la compagnia ha presentato diversi spettacoli tra cui: “La mia valigia”, “Un sogno fuori dalla cornice”,“Quadrarte”, messi in scena in diversi teatri del territorio e partecipando a varie rassegne teatrali.

centro comeEsiste la lingua delle mamme? Quel codice composto da lessico, formule e modi di dire che hanno a che fare con la cura di bambini e con il rapporto con i servizi per l’infanzia?

Se lo sono chiesto gli operatori e le operatrici del Centro Come, il servizio della cooperativa Farsi Prossimo che si occupa di costruire integrazione supportando bambini, ragazzi, famiglie e docenti soprattutto nei percorsi linguistici, culturali e scolastici.

Così hanno deciso di dedicare tempo e attenzioni ai genitori di origine straniera che stanno imparando l'italiano, soprattutto nelle parole e nelle espressioni linguistiche che hanno a che fare con il mondo dell’infanzia, i suoi bisogni, giochi, desideri, servizi.

Gallaratese mostra

 A Milano, al quartiere Gallaratese, fino al 14 febbraio è possibile visitare la mostra “Sguardi cittadini. Milano vista con gli occhi dei rifugiati”, a cura della nostra cooperativa Farsi Prossimo.

È allestita presso la biblioteca di quartiere “Gallaratese”, in via Quarenghi 21.

Si tratta di una mostra fotografica con gli scatti realizzati da richiedenti asilo e rifugiati, uomini e donne, che hanno partecipato ai corsi di formazione linguistica e culturale promossi dal Comune di Milano grazie ai fondi FAMI (il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione).

malgrateAnche i nostri dipendenti, spesso, hanno una storia da raccontare.
Quella di Aboubakar ad esempio, che oggi fa il mediatore culturale per la nostra cooperativa L'Arcobaleno, a Lecco, ha molto da dirci.

Aboubakar, in Italia, è immigrato due volte.
La prima nel 1988. Arrivò a Napoli, e allora la legge Martelli gli permise di avere piuttosto facilmente un permesso di soggiorno. Si trasferì presto in Lombardia e trovò facilmente lavoro.
Nel 1995, con la moglie e il primo figlio che nel frattempo gli era nato qui, in Italia, decise di rientrare a casa, nel suo paese in Costa d'Avorio.

Vangelo CaritaUn corso per gli “operatori della carità”.
Si può sintetizzare così il breve percorso formativo (tre incontri) proposto da Caritas Ambrosiana e a cui sono invitati anche tutti gli operatori delle cooperative di Consorzio Farsi Prossimo.

Il percorso “Il Vangelo della carità: sorgente, anima e scopo delle nostre opere” nasce dalla consapevolezza di quanto sia importante per chi è alle prese con opere di carità, o per chi sta valutando di impegnarvisi, non perdere di vista il dono e la scelta di essere testimoni della gratuità e dell’amore che sorgono dal Vangelo di Gesù Cristo.

Gli incontri si tengono nella sede di Caritas Ambrosiana in via San Bernardino 4 a Milano. I primi incontri si sono tenuti tra la fine di gennaio e i primi di febbraio, l'ultimo incontro è previsto per il 23 febbraio, dalle 18 alle 19.30.