Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dei cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella gestione dei cookies.
Chiudendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in ogni altro modo, acconsenti all'uso dei cookie.
Stampa
Visite: 168

asta design triennale
Un'asta benefica di oggetti di design a favore del progetto “Tutti pazzi per l'arte” promosso da Consorzio Farsi Prossimo.
Si terrà giovedì 17 gennaio 2019, alle ore 19, alla Triennale di Milano, nella sezione dedicata al Design contemporaneo.

L'evento è organizzato in concomitanza gli ultimi giorni di apertura della mostra “Storie. Il design italiano” (fino al 20 gennaio 2019), e sarà preceduto, alle ore 18.30 da una visita guidata della sezione dedicata al design contemporaneo con la curatrice Chiara Alessi e alcuni dei designer convolti nel progetto.

A seguire, quindi, alle ore 19 verrà battuta un’asta benefica di 37 oggetti-opere d’arte donati da aziende e progettisti ed esposti in questa sezione – dalla sedia di Aldo Rossi per Molteni alle macchinine di legno di Matteo Ragni; dalla lampada di Patricia Urquiola per Foscarini alla collezione di ritratti dei Maestri di Massimo Giacon – per sostenere un progetto di arte terapia a favore di persone con problemi di salute mentale.

Le offerte raccolte tramite l’asta saranno destinate al progetto Tutti pazzi per l’arte, promosso da Consorzio Farsi Prossimo, che prevede la realizzazione di laboratori di arte-terapia per persone affette da disagio psichico.

Il progetto pone al centro della riabilitazione il concetto di recovery: le persone stesse non sono “pazienti”, ma diventano agenti in prima persona del loro percorso di guarigione, di autodeterminazione, di empowerment.

Le attività dei laboratori artistici, in particolare, offrono la possibilità, di valorizzare il partecipante nell’espressione di abilità e nell’individuazione di risorse importanti, spesso latenti. L’attività promuove le potenzialità creative, manuali, corporee e artistiche, affinché la persona possa trovare un codice e un linguaggio comunicativo e gratificante per sé, che diventi anche base per la relazione con l’altro.

Qui l’elenco completo degli oggetti in vendita con le basi d’asta.