Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dei cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella gestione dei cookies.
Chiudendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in ogni altro modo, acconsenti all'uso dei cookie.
Stampa

PANI E PESCHI SAVELunedì 24 ottobre, alle ore 18, in via Consolini 3 a Milano si inaugura "Pani e Peschi”, la nuova casa per gli adolescenti milanesi che soffrono di disturbi psichiatrici.

Segui in diretta l'evento sulla webradio Share.

Pani e Peschi è una comunità di neuropsichiatria per minori, che potrà ospitare fino a 10 ragazzini, maschi e femmine, tra i 14 e i 17 anni, ed è gestita dalla cooperativa Filo di Arianna .

Per saperne di più leggi il nostro articolo



All'inaugurazione in via Consolini 3, nel quartiere Gallaratese (MM1 Leonardo) saranno presenti Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana; Raffaella Ferrari, direttore della Struttura complessa Salute Mentale dell'ATS della città metropolitana di Milano; Antonella Costantino, presidente della Società Italiana di Neuropsichiatria Infantile; Giovanni Carrara, presidente del Consorzio Farsi Prossimo; don Riccardo Festa, decano del Gallaratese; don Mario Adobati, parroco di San Romano.
Al termine della presentazione ufficiale e della visita alla struttura ci sarà un aperitivo a cura di Laboratorio Procaccini.

La cooperativa Filo di Arianna ha ampia esperienza nel campo della salute mentale, da oltre 15 anni gestisce comunità terapeutiche-riabilitative, strutture assistenziali e appartamenti di residenzialità leggera dedicati a giovani e adulti che convivono con una malattia psichica da lieve a grave. Si occupa da alcuni anni, in collaborazione con l'Ospedale Policlinico di Milano, di servizi educativi rivolti a bambini e ragazzini con un disagio neuropsichiatrico. È la prima volta però che apre una comunità residenziale – una vera e propria casa – dedicata a minori con problemi psichici.

Visite: 3474