masterSono aperte fino al 21 settembre alla 2^ edizione del Master di I^ livello di 18 mesi in Diritto degli stranieri e politiche migratorie (Univ. Milano-Bicocca), destinato a laureati, avvocati, operatori sociali, assistenti sociali, educatori, funzionari pubblici e dei patronati, delle associazioni ecc.

Il Master è promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza e dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale e anche in collaborazione con ASGI (Associazione per gli studi giudici sull'immigrazione), con Consorzio Farsi Prossimo, ma anche con OIM, cooperative, enti, associazioni, presso cui si potranno svolgere gli stages.

Lunedì 17 settembre 2018 dalle ore 15 alle ore 17 il Master sarà illustrato presso il Dipartimento di giurisprudenza dell'Università di Milano-Bicocc (Piazza dell'ateneo nuovo, 1 Milano, II^ piano).

Nel Master oltre al direttore prof. Paolo Bonetti insegnano altri docenti del Dipartimento di Giurisprudenza delle aree internazionalistiche, penalistiche, di diritto UE, di diritto del lavoro, tanti docenti del Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale, oltre che altri docenti (70 da tutta Italia), di area giuridica, politica, storica e sociale.

Leggi il bando, il regolamento didattico e tutti i documenti utili per l'iscrizione entro il 21 settembre. Scarica la brochure 

Le lezioni (gio, ven. sabato ore 9-18)  inizieranno dall'8 novembre 2018 in vari periodi fino a giugno e poi da settembre ad ottobre 2019, con obbligo di frequenza del 75% per ogni insegnamento e attività. Seguiranno 250 ore di stage presso varie enti del settore e la elaborazione di una tesi. Il Master si concluderà l'8 maggio 2020.
 
Questo Master è sicuramente unico in Italia: prevede in modo equilibrato sia materie giuridiche (nel diritto pubblico, internazionale, UE, lavoro, penale, penitenziario, ecclesiastico, internazionale privato), sia materie di area sociologia, antropologica, storico giuridiche, sia materie politico sociali. Il Master ha tante materie giuridico-sociali, politiche e storiche comuni e  due orientamenti distinti con materie distinte (giuridico e sociale).

L'approccio teorico pratico del Master (che con alcuni dei migliori docenti italiani mette insieme gli aspetti giuridici e quelli politico-sociale) ne rendono molto raccomandabile l'iscrizione a laureati, laureati magistrali nelle materie giuridiche, sociali, politiche, economiche, antropologiche, letterarie, e ad avvocati, assistenti sociali, educatori, commercialisti, funzionari amministrativi, mediatori interculturali ecc., gestori di enti del terzo settore, appartenenti al pubblico impiego.

I 24 studenti iscritti da tutta Italia hanno seguito con passione la precedente edizione, malgrado la complessità del fenomeno e interdisciplinarietà dell'approccio, e poi hanno trovato lavoro in questi settori (anche presso alcuni degli enti  in cui hanno svolto il loro stage) o hanno migliorato la loro professionalità come avvocati, assistenti sociali, funzionari pubblici, educatori ecc.

L'urgenza, la gravità, l'interdisciplinarietà e l'attualità dei temi migratori e la continua mutazione delle relative norme ne rendono indispensabile l'iscrizione a chi voglia operare in Italia con competenza in questi settori.