CremonciniGrande festa nei giorni scorsi al centro diurno integrato Vodia Cremoncini, gestito dalla nostra cooperativa Filo di Arianna, che a Gratosoglio accoglie ogni giorno gli anziani del quartiere: abbiamo celebrato insieme il 15esimo compleanno del centro.

Una festa che ha avuto un grande successo a cui hanno partecipato non solo gli anziani, le loro famiglie e tutti gli operatori del centro, ma anche gli operatori sociosanitari del territorio - tra cui i medici di base e i farmacisti ad esempio -, rappresentanti del Comune, della Caritas Ambrosiana, della cooperativa Filo di Arianna e della parrocchia del quartiere, Maria Madre della Chiesa, con cui c'è storicamente un legame speciale, perché proprio dalla parrocchie era arrivata l'esigenza e la richiesta di aprire un centro per gli anziani del quartiere nei primi anni Duemila.

Il Centro diurno integrato Cremoncini si occupa di dare un posto diurno di socialità, di cura, sicuro e protetto, ad anziani che non sono più almeno parzialmente autosufficienti. L'obiettivo è quello di assisterli e aiutarli, per permettere loro di restare a vivere a casa propria il più possibile, e rimandare così il momento in cui sarà necessario trasferirsi in una struttura residenziale per anziani.

Sono circa 30 gli anziani presenti ogni giorno (un po' più alto il numero degli iscritti, che non frequentano però tutti i giorni), anche grazie a un servizio di pulmino che li accompagna dalla loro case al centro e viceversa.

Durante la giornata al centro, parte del tempo è dedicata alle attività sanitarie (in determinati orari è presente un medico geriatra) e di riabilitazione, concordate insieme al medico curante, ci sono poi i servizi di igiene (molto richiesta è la doccia assistita).

Ci sono poi attività ludiche e di socializzazione: «Dedichiamo tempo ai giochi di socialità o a quelli che allenano la memoria, A volte organizziamo delle uscite, ad esempio al centro commerciale o alla biblioteca vicina. Ultimamente abbiamo attivato una collaborazione con la scuola media locale e ci sono dei ragazzi che vengono a suonare o fare altre attività insieme ai nostri anziani», raccontano i responsabili.

soundcloud Ascolta l'intervista a Andrea Gillerio, presidente di Filo di Arianna