Allontanati dalla Prefettura, lunedì 13 giugno, sei richiedenti asilo ospiti a Magenta.
Intrecci: «Provvedimento spiacevole ma inevitabile per la serenità della comunità»

Lunedì 13 giugno è stato comunicato a sei richiedenti asilo ospiti nel centro di Magenta “La Vincenziana” l’ordinanza della Prefettura di Milano che revoca il programma di accoglienza per comportamenti lesivi alla vita della comunità.

Dopo aver consegnato il pocket money per il mese di giugno, come previsto a norma di legge, gli operatori del centro hanno invitato gli ospiti a lasciare la struttura.

Il rifiuto opposto da alcuni di loro ha reso necessario l’intervento degli agenti della polizia.

La cooperativa Intrecci, dal luglio 2014, gestisce nel pensionato “La Vinceziana”, in via Casati 4 a Magenta, un centro di accoglienza per richiedenti asilo nell’ambito della convenzione con la Prefettura di Milano.

La struttura dispone di un centinaio di posti.

«Il provvedimento della Prefettura è un atto spiacevole ma che purtroppo era diventato inevitabile, considerati i gravi e reiterati comportamenti aggressivi nei confronti degli operatori e degli altri richiedenti asilo di cui queste persone si erano rese responsabili nonché il loro ostinato rifiuto ad accettare le proposte previste dal programma» - commenta Mario Salis della cooperativa Intrecci.

«Ora continueremo a lavorare con gli altri ospiti in quel clima di rispetto e fiducia che caratterizza da sempre la vita del centro di Magenta e che sono premesse indispensabili per un favorevole processo di integrazione, che noi tutti auspichiamo».